Skip to content
3 marzo 2016 / festivita

Pasqua e polemiche sulla tradizione …

AgnelloIn questi giorni si è svolta una campagna di sensibilizzazione degli attivisti per dire basta alla macabra usanza Pasquale che vuole la morte di migliaia di agnellini.

Come ogni anno, l’avvicinarsi della Pasqua porta in evidenza la sofferenza dei piccoli agnellini destinati alla morte. Per sensibilizzare i cittadini bolognesi gli animalisti delle associazioni Lav, lega anti vivisezione e “Salviamo gli Orsi della Luna” il 28 febbraio hanno organizzato un sit-in in via Rizzoli Pasqua.

Gli attivisti hanno indossato delle maschere bianche e esibito grandi cartelli in una scenografia statica che, attraverso testi e immagini, uno dopo l’altro hanno illustrato “La via crucis degli agnelli”.

Gli animalisti hanno scandito i passaggi dalla nascita alla morte degli agnellini: “Gli agnelli nascono nelle settimane che precedono la Pasqua. Le cure e la presenza materna sono per loro, come per ogni altro essere vivente appena nato, fonte di vita e gioia. Poi però vengono strappati alla madre dopo appena un mese sono considerati pronti per la macellazione e marchiati, pesati. Prelevare con forza degli esseri viventi in età così giovane, allontanandoli in questo modo dalle loro madri, è una delle pratiche più crudeli che caratterizzano l’intera industria alimentare”.

Fonte e approfondimenti in
http://www.bolognatoday.it/cronaca/pasqua-uccisione-agnelli-protesta-via-rizzoli.html

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: