Skip to content
30 maggio 2012 / festivita

2 giugno, Napolitano conferma la cerimonia

napolitano conferma cerimonia 2 giugnoLe cerimonie del 2 giugno sono state confermate  direttamente il Capo dello Stato anche se la politica e i cittadini si interrogano  sulla necessità di cancellare le costose parate e devolvere quei soldi alle vittime del sisma.

Il Capo dello Stato dichiara: ‘Lo celebreremo perche’ la Repubblica deve dare conferma della sua vitalita’, forza democratica, serenita’ e fermezza con cui affronta le sfide’, annuncia Napolitano in occasione della sua visita a Gemona, quella località del Friuli che fu colpita e distrutta da un altro terremoto, quello che 1976 che provocó 400 morti. E il pensiero andra’ dunque ‘al dolore delle famiglie e anche a momenti di scoramento che devono essere superati’, dice Giorgio Napolitano che rivolge il suo appello ‘alla solidarietà nazionale e alla necessaria mobilitazione delle forze dello Stato e della società’.

Le celebrazione sarà si sobria, intanto, su Facebook e  Twitter, sono centinaia i ‘post’ contrari alla sfilata delle forze armate.

Chi è a favore della parata sostiene che “ i 3 milioni di euro necessari per la parata  non sarebbero  di aiuto all’Emilia devastata e ferita a morte dal sisma” ….

Io invece mi chiedo dato che spesso per spiegare e giustificare i tagli alla spesa pubblica  si è paragonato il budget dello stato a quello delle famiglie che in momenti di crisi, tra i molti tagli, sicuramente spendono meno per feste e vacanze, perché non può fare la stessa cosa lo stato?

Fonte – Napolitano conferma cerimonia 2 gugno

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: